Crea sito
Attendi


 
englishespanolesperantofrancaisitaliano Implementazione multilingua in corso. I contenuti per ora sono disponibili solo in italiano.
Nome utente  Password 
Registrati Recupero o cambio password

  11/02/2014 I Corsi di Autoproduzione
Inizia la collaborazione con persone che si occupano di autoproduzione di Pasta Madre, Kefir e altro tenendo corsi e laboratori. Iniziamo pubblicando il calendario dei corsi che Francesca Piccoletti terrà tra febbraio e marzo a Roma. Chi volessero veder pubblicati i calendari dei propri corsi può contattare via email pastamadre@altervista.org. Vi attendiamo numerosi!


Il pane di San Giovanni

Ricetta inserita il 2012-08-30, ultima modifica il 2012-09-05
Id 266
Categoria Varie
Ricetta Il pane di San Giovanni
Link ricetta originale http://www.goccedaria.it/item/il-pane-di-sgiovanni.html
Trovata su Gocce D'Aria
  vai alla timeline per gestire e personalizzare i tempi di lavorazione

Ingredienti e lavorazione come disponibili presso il link originale
I titolari delle ricette e/o dei link originali possono chiedere l'eliminazione o la modifica del testo, preso con un "copia e incolla" dal link originale. Possono anche chiedere un account per poter eseguire da soli le operazioni descritte. Per contatti inviare una email a pastamadre@altervista.org

Si, lo so, un'altro articolo sul pane e sulla pasta madre dopo quello di ieri... non ci starebbe tanto... ma volevo condividere questo pane speciale fatto nel giorno di S.Giovanni. Come vi raccontavo l'anno scorso ormai da un paio di anni a S.Giovanni raccolgo l'iperico che nasce spontaneo nel giardino/orto per farcil'olio utilissimo soprattutto per le scottature. Quest'anno, ispirata dalla lettura delle tradizioni popolari legate a questa notte estiva, mi è balenata l'idea di provare a raccogliere la rugiada e di preparami l'acqua di fiori, entrambe cose che tradizionalmente vengono fatte a S.Giovanni. Purtroppo la raccolta della rugiada non è andata a buon fine, troppo poca per poterci fare qualcosa, ci riproverò sicuramente l'anno prossimo! Invece per l'acqua non ci sono stati problemi!

La sera ho raccolto fiori e erbe aromatiche (lavanda,iperico, menta, mentuccia, rosmarino - avrei voluto una rosa ma nl nostro giardino non ce ne sono) e li ho messi in una ciotola di vetro con acqua che ho riposto fuori per tutta la notte fra il 23 e il 24 giugno sotto le stelle.

La mattina presto sono uscita e riprenderla, ho notato che di era formata della rugiada sul catino e l'ho aggiunta all'acqua. Ho eliminato i fiori e filtrato l'acqua che aveva un buonissimo profumo floreale.

Una piccola parte l'ho usata per lavarmi il viso, col resto ho pensato di rinfrescarci la Gilda, con l'aiuto della piccola assistente mangia-pasta-madre (sostituta dell'assitente capo che era impegnata ad annaffiare l'orto...). Mentre la Gilda riposava siamo uscite a raccogliere l'iperico, altra cosa che le riesce benissimo visto che si tratta di strappare piccoli fiori senza lo stelo... :-)

Dopo un po' di attività nell'orto, per le 11 la Gilda era pronta per farci il pane. Dopo un po' di riflessione visto che sembrava che le temperature fossero più miti e che fosse quindi fattibile accendere il forno ho deciso il da farsi!

Messa da parte la madre, ho diviso a metà la pasta madre rimanente e con la prima metà ci ho fatto il pane, mentre con la seconda ci ho fatto una torta con le albicocche.

Il pane l'ho fatto come mi ispirava al momento, il risultato è stato buono e soprattutto anche dopo la cottura è rimasto un fantastico profumo.

Questa la ricetta che terrò da parte per l'anno prossimo:

  • 150 gr di pasta madre rinfrescata da 4 ore con acqua di fiori di S.Giovanni
  • 300 ml di acqua di fiori di S.Giovanni (menta, mentuccia, rosmarino, lavanda, iperico)
  • 1 cucchiaino di sale fino integrale di Cervia
  • 300 gr di farina di farro dicocco integrale bio
  • 300 gr di farina di farro spelta bio bianca
  • una manciata piena di erbe e fiori tritati (io ho messo un rametto di rosmarino, un rametto di menta, un paio di foglie di metuccia, i soli fiori di 2 rametti di lavanda)
  • 2 rametti piccoli di rosmarino e 2 foglie di alloro per decorare.

Sciogliere la pasta madre nell'acqua, aggiungere le erbe e il sale, la spelta e mescolare bene. Aggiungere gradualmente la farina integrale del dicocco e impastare a mano fino ad avere una bella palla liscia ed omogenea che metto a riposare coperta da un canovaccio a temperatura ambiente (27 gradi) per circa 4 ore. Ripreso l'impasto che nel frattempo è raddoppiato ho fatto un paio di giri di pieghe, ho dato la forma di una pagnotta tonda e ho posato sopra le foglie di alloro e i rametti di rosmarino.

Ho messo l'impasto a lievitare avvolto nel canovaccio infarinato, capovolto dentro alla ciotola in vetro, in modo che le foglie si attaccassero bene.

Ho sistemato la pallina di impasto nel bicchiere pieno d'acqua vicino alla pagnotta in lievitazione.

Dopo 1 ora e mezza la pallina galleggiava, ho acceso il forno a 250° con ciotolina d'acqua sul piano basso.

Ho estratto la teglia ben calda dal forno e ci ho rovesciato sopra il pane. Fatto 3 tagli e infornato per 10 minuti a 250°, più 10 minuti a 230°, più 15 minuti a 210° sempre forno statico e infine 15 minuti a 170° con forno ventilato. Lasciato raffreddare 10 minuti nel forno spento con porta socchiusa, posato alla parete del forno. Estratto dal forno e messo a riposare fino al raffreddamento inclinato.

Nel frattempo la casa si riempiva di un profumo fantastico...

E per chiudere, prima che me la chiediate (;-)) ecco la ricetta della torta con albicocche (sempre con pasta madre). Si tratta di una rielaborazione di una ricetta postata sul gruppo "Pasta Madre" su Fb da CucinaNaturalee che ho già provato in qualche occasione e in varie versioni. Pur essendo molto semplice e non avendo zucchero (usa il malto al suo posto) il risultato è sempre ottimo, non ha gusto e estetica panosi, bensì del tutto simili a quelli di una classsica torta con lievitazione chimica. In questo caso la pasta madre era quella rinfrescata con l'acqua di fiori, quindi aveva un profumo spettacolare il cui sentore è rimasto anche nel dolce.

ingredienti:

  • 200 gr di farina tipo2 bio macinata a pietra di fresco
  • 100 ml di latte di avena autoprodotto
  • 3 cucchiai di sciroppo di riso bio
  • 2 cucchiai di uvetta sultanina
  • 4 cucchiai di olio evo
  • la buccia grattuggiata di un limone bio
  • 100 gr di pasta madre
  • mezzo cucchiaino di cannella in polvere
  • mezzo cucchiaino di zenzero in polvere
  • 1 pizzico di sale fino integrale
  • 15 albicocche appena spiccate dall'albero tagliate a pezzetti

Sciogliere la pasta madre nel latte. Aggiungere tutti gli ingredienti, per ultimi la farina e le albicocche. Si ottiene un impasto denso, ma mescolabile al cucchiaio. Coprire la terrina con un canovaccio e riporre il tutto in frigo per tutta la notte o anche per un giorno intero (io ho fatto per 24 ore). Estrarre dal frigo, ungere una teglia (nel mio caso da plum-cake, ma potete usare anche quella tonda) con olio evo e versare l'impasto. Lasciare lievitare a temperatura ambiente fino al raddoppio e infornare a 180° forno ventilato per 35 minuti. 

Vi assicuro che è buonissima! Da noi è stata spazzolata!

 

 


TIME LINE

    Evento Giorno Ora inizio
HH:MM
Durata
HH:MM
Note
 
 
  00:00  

               

Modifica evento
Le modifiche valgono solo per questa visualizzazione di pagina e non vengono salvate in modo permanente.
Descrizione evento
Giorno
Ora inizio (HH:MM)  Ore   Minuti 
Durata (HH:MM)  Ore   Minuti 
Note
   

Aggiungi evento
Le aggiunte valgono solo per questa visualizzazione di pagina e non vengono salvate in modo permanente.
Descrizione evento
Giorno
Ora inizio (HH:MM)  Ore   Minuti 
Durata (HH:MM)  Ore   Minuti 
Note
   




Si prega di segnalare eventuali inesattezze, in particolare relative all'autore o autrice della ricetta e al sito originale da linkare inviando una email a pastamadre@altervista.org. Osservazioni e consigli saranno sempre graditi.

Free Software Foundation Creative Commons Italia W3C Valid XHTML 1.0 Transitional CSS Valido! Popups by overLIB!
Informativa sul trattamento dei dati personali
Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo sito sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribuzione 3.0 Italia.
Questo sito, essendo aggiornato senza alcuna periodicità, non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della Legge n. 26 del 07/03/2001.

Logo di pastamadre.altervista.org

Siti amici

La Pasta Madre su Facebook

Kefir Italia su Facebook

Viva La Focaccia

Fables de Sucre

Evoluzione Silenziosa

I Colori Del Gusto

Al Cibo Commestibile

Pan per Focaccia

A Pinch Of Italy

Gocce D'Aria

Ingrediente Perduto

Pasta Mamma

PUCCAimPASTA

Eco and Eco

Ricette di Sicilia

Ricette e Fantasia su Facebook

Generale Tools Archivi Le avventure...

Chiudi